Psicomotricità

Home / Psicomotricità

La scuola, da parecchi anni, si avvale della presenza di un professionista in ambito psicomotorio, l’insegnante Alberto Campara che, all’interno della nostra struttura, lavora per piccoli gruppi suddivisi per età.

Il suo agire prevede:

UN PERCORSO PER I BAMBINI DI 2/3 ANNI (SEZ. PRIMAVERA E PICCOLI)

Attraverso il gioco si ripercorrono le tappe fondamentali dello sviluppo psicomotorio partendo dal rotolone passando dallo striscio e dalla quadrupedia sino ad arrivare al cammino alla corsa e al salto. Si stimola così la conoscenza del proprio corpo nella sua segmentarietà e nella sua unità, nella sua staticità e nella sua motricità permettendone la presa di coscienza in uno spazio personale e di relazione.

Partendo dalla presa di coscienza dello spazio e dell’orientamento del proprio corpo nello spazio si stimola la sperimentazione e l’interiorizzazione delle nozioni spaziali di: dentro/fuori, aperto/chiuso grande/piccolo, vicino/lontano.

PERCORSO PER I BAMBINI DI 4/5 ANNI (MEDI)

Attraverso il gioco si ripercorrono le tappe fondamentali dello sviluppo psicomotorio, tenendo conto delle capacità specifiche dei bambini mezzani e partendo da ciò che il gruppo porta in seduta si procede nello stimolo della presa di coscienza del corpo in diverse situazioni motorie.

Tutto ciò permette il miglioramento degli automatismi (cammino, corsa salto) e del controllo posturale e segmentarlo strettamente legati all’equilibrio statico e dinamico ed ai vari tipi di coordinazione (generale, oculo  manuale).

Partendo dalla presa di coscienza dello spazio e dell’orientamento del proprio corpo nello spazio si stimola la sperimentazione e l’interiorizzazione delle nozioni spaziali di: dentro/fuori, aperto/chiuso grande/piccolo, alto/basso, lungo/corto, davanti/dietro, approccio al concetto di simmetria.

Si stimola la presa di coscienza del ritmo (regolare e irregolare) e la capacità del bambino di adattarvisi sganciandosi dal proprio ritmo interno per acquisire una maggiore autonomia espressiva.

Sperimentazione ed interiorizzazione della nozione temporale di veloce/lento, forte/debole e prima dopo.

PERCORSO PER I BAMBINI DI 5/6 ANNI (GRANDI)

Attraverso il gioco si ripercorrono le tappe fondamentali dello sviluppo psicomotorio, tenendo conto delle capacità specifiche dei bambini mezzani e partendo da ciò che il gruppo porta in seduta si procede nello stimolo della presa di coscienza del corpo in diverse situazioni motorie.

Tutto ciò permette il miglioramento degli automatismi (cammino, corsa salto) e del controllo posturale e segmentarlo strettamente legati all’equilibrio statico e dinamico ed ai vari tipi di coordinazione (generale, oculo  manuale).

Partendo dalla presa di coscienza dello spazio e dell’orientamento del proprio corpo nello spazio si stimola la sperimentazione e l’interiorizzazione delle nozioni spaziali di: dentro/fuori, aperto/chiuso, davanti/dietro, destra sinistra, simmetria.

Per il gruppo dei grandi si affronta la lateralità, pur sapendo che definitiva scelta ed interiorizzazione avverrà più avanti, è comunque requisito fondamentale, unita ad una buona interiorizzazione dei concetti topologici ed organizzazione spazio temporale, per l’apprendimento della scrittura e della lettura.

Strutturazione temporale

Si stimola la presa di coscienza del ritmo (regolare e irregolare) e la capacità del bambino di adattarvisi sganciandosi dal proprio ritmo interno per acquisire una maggiore autonomia espressiva.

Sperimentazione ed interiorizzazione della nozione temporale di veloce/lento e simultaneo, forte/debole, adesso prima dopo e successione.